doneddu

La scomparsa del Professor Giuseppe Doneddu

Giovedì, 12 Maggio 2022

Il Rettore dell’Università degli Studi di Sassari, Il Prorettore vicario, il Direttore generale, il Senato accademico, il corpo docente e l’intera comunità universitaria si stringono attorno ai familiari del Prof. Giuseppe Doneddu, mancato all’affetto dei suoi cari.

Nato a Sassari nel 1944, Giuseppe Doneddu iniziò la sua carriera universitaria nel 1975 come contrattista presso l’allora Istituto Giuridico, diventando Ricercatore confermato nel 1982.

Nel 1993 vinse il concorso a Professore Associato, afferendo al Dipartimento di Storia per l’insegnamento di Storia Economica, passando poi alla nuova Facoltà di Scienze Politiche. 

Nel 2004 divenne Professore Straordinario per l’insegnamento di Storia dell’Economia europea e di Storia Economica della Sardegna e nel 2007 raggiunse la qualifica di Ordinario, cessando dal servizio nel 2014.

Nel corso della sua carriera accademica insegnò anche Storia delle Istituzioni Economiche, Economia della Finanza pubblica e Storia del Pensiero economico. 

Come rammenta il Prof. Attilio Mastino in un suo personale ricordo, “aveva scritto di feudalesimo in Sardegna, di chiudende, di criminalità, dell'assolutismo sabaudo, del fiscalismo, dei ceti privilegiati, e ancora sulla pesca, le tonnare, le miniere”.  

Il suo impegno politico e sociale lo aveva portato fino alla candidatura a sindaco di Sassari, consapevole di non potersi affermare ma, come ricorda ancora Prof. Mastino, “sicuro di rappresentare un pezzo importante di Sassari che non riusciva a contare ma che pure era decisivo per fondare una società nuova”. Il rimpianto per la sua scomparsa va soprattutto verso questa sua “attenzione per una Sardegna che avrebbe voluto diversa, più giusta, più attenta ai problemi sociali, capace di imparare dalle ingiustizie della storia”.